Pandemia ed eCommerce: Italia tra i primi al mondo per crescita del commercio online nel 2021

Pandemia ed eCommerce: Italia tra i primi al mondo per crescita del commercio online nel 2021

Che la pandemia abbia prodotto un profondo cambiamento nel mondo dell’eCommerce spingendo digitalizzazione e vendite online è noto a tutti. Ma ora abbiamo alcuni numeri che ci danno la misura della crescita del settore.

Di che numeri parliamo e come va il settore dell’eCommerce in Italia? Scopriamolo insieme.

Com’è cresciuto l’eCommerce globale?

Un primo dato da prendere in considerazione è quello che riguarda il 2020, anno di inizio della pandemia. 

Secondo il report dell’UNCTAD (Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo) pubblicato a maggio in occasione del meeting sulla misurazione del commercio su internet, le vendite al dettaglio online sarebbero passate dal 16% del 2019 al 19% del 2020.

Immagine tratta da www.unctad.org

Guardando alle economie che hanno registrato i volumi più grandi di vendite online nel 2020, in cima troviamo la Cina (con 1.414,3 miliardi di dollari, pari al 24,9% degli acquisti totali in ambito retail); seguono poi Stati Uniti e Regno Unito

Mentre è la Corea del Sud a registrare i risultati migliori in termini di crescita delle transazioni online, passando dal 20,8% al 25,9% degli acquisti al dettaglio.

Di questa crescita hanno beneficiato alcune aziende in particolare, come Alibaba e Amazon. Altri business, soprattutto quelli legati al settore dei viaggi (per ovvi motivi), hanno invece registrato risultati meno positivi o cali di fatturato. Nella lista delle Top B2C e-commerce companies 2020 stilata dall’UNCTAD, ad esempio, Booking e Airbnb occupano rispettivamente il 12° e il 13° posto (in discesa dal 6° e dall’11° del 2019).

Immagine tratta da www.unctad.org

Quali sono i dati sulla crescita dell’eCommerce per il 2021? 

Guardando al primo trimestre del 2021, i dati continuano a essere molto positivi: l’eCommerce globale registra infatti una crescita del 58% su base annua (contro il 17% del primo trimestre del 2020).

Questi i dati secondo lo Shopping Index, il report di Salesforce che evidenzia anche una crescita del traffico digitale del 27%.

Immagine tratta da www.public.tableau.com

E l’Italia come se la cava?

Non solo il trend positivo registrato a livello globale si riscontra anche in Italia, ma il nostro Paese fa anche meglio. Nel primo trimestre del 2021, l’Italia registra infatti una crescita su base annua del 78% del commercio digitale, contro il 26% del 2020.

Immagine tratta da www.public.tableau.com

L’Italia è quindi tra i primi quattro Paesi al mondo dopo Canada, Paesi Bassi e Regno Unito per crescita dell’eCommerce nel periodo indicato. Il report di Salesforce rileva inoltre nello stesso periodo una crescita del traffico generato da mobile (dal 21% al 24%), mentre il traffico generato da pc si sarebbe addirittura dimezzato rispetto all’ultimo trimestre del 2020 (passando dal 40% a 20%).

Una nota dolente è quella che riguarda invece i tassi di conversione, che in Italia sono tra i più bassi al mondo (1,1%), insieme a Spagna (1%) e Giappone (1,2%).

Immagine tratta da www.public.tableau.com

Come indica lo stesso Salesforce, è importante per retailer e business investire sempre di più nel mondo digitale per far fronte alle aspettative di consumatori sempre più esigenti e abituati ad acquistare online (leggi qui come le aziende DTC stanno portando avanti un modello di business basato sull’unione tra store fisico e online). Un aspetto, questo, che possiamo aspettarci di continuare a vedere anche con le riaperture e la fine della pandemia, come la crescita degli acquisti online dopo le riaperture negli Stati Uniti sembra chiaramente indicare.

La pandemia segna insomma una cesura con il mondo pre-pandemico che ci invita a riconoscere chiaramente un trend per la verità già in atto da alcuni anni: il legame tra crescita del digitale e soddisfazione del cliente.

Hai un eCommerce? Approfitta della nostra consulenza gratuita

By |2021-05-14T16:44:22+00:00maggio 4th, 2021|Ecommerce, Marketing|0 Comments

Autore

Paolo Castoro Content Manager - Transactionale

Lascia un Commento